Anelli cocktail, lo stile degli Anni 20

" Gli anelli cocktail sono modelli intramontabili, che devono la loro fama agli Anni 20 e al Proibizionismo. Scopri il perché! "

Data: 23/1/18 | Vista: 578

Anelli cocktail, lo stile degli Anni 20

Anelli cocktail, la vendetta sul Proibizionismo

Negli Anni 20 in America c'era il Proibizionismo, ovvero quel periodo storico compreso fra il 1920 e il 1933 dove venne proibito ogni tipo di commercio, consumo e trasporto di alcolici. Va da sé che un divieto così importante scatenò un mercato nero di alcol e feste segrete dove, al contrario, gli alcolici scorrevano a fiumi. Le donne, in barba al rigore morale del periodo, ostentavano questi enormi anelli cocktail durante le feste, che venivano ben messi in evidenza ad ogni nuovo giro di bevute allorché si alzava la mano per chiamare il cameriere. 

Vetrina Gioielli Deco'


Stai per scoprire tutti i dettagli relativi agli anelli cocktail, la loro storia e fama. Ma se ti piacciono i gioielli antichi e vuoi comprare o vendere un anello cocktail, contattaci: un nostro esperto di risponderà in breve tempo per darti tutte le informazioni di cui hai necessità. 

Dalle corti europee ai party clandestini

Gli anelli cocktail si ispirano a quelli indossati dai nobili delle corti europee, ma lungi dall'essere un sinonimo di nobiltà, durante il periodo del Proibizionismo questi monili divengono dei meri simboli d'ostentazione o, se vogliamo, una riposta ironica alla morale rigida del tempo: non dimentichiamo che il Proibizionismo nasce fomentato da religiosi e politici conservatori. 


Se dunque si doveva partecipare a feste clandestine dove altrettanto clandestino era l'alcol che girava, almeno in tema di moda e di gioielli ci si poteva distinguere e fare sfoggio. Tutti i monili degli Anni 20 hanno la loro importanza: si va dalle collane a più file di perle fino ad arrivare a bracciali ed anelli di grandi dimensioni e dunque molto vistosi. 

Le caratteristiche degli anelli cocktail

In genere, la montatura degli anelli cocktail è abbastanza semplice o almeno lo era in origine: nel tempo, invece, complice anche la moda del momento, questi anelli diventano man mano più complessi, fino ad assumere – in taluni casi – anche forme particolari mutuate dal mondo animale e vegetale. 


Di certo il colpo d'occhio (e potremmo dire “di lusso”) è dato dalle pietre preziose incastonate. Quella centrale è solitamente molto grossa e sfaccettata, dalla caratura importante così da essere più luminosa, ed impreziosita poi da un contorno di pietre più piccole, non per forza della stessa tipologia della principale. L'effetto finale era quello di un anello di gran lusso, da indossare nelle occasioni dei party clandestini e non solo, ma sempre e solo per un motivo: farsi notare. 

Dagli Anni 20 agli Anni 50

Il vero e proprio boom d'attenzione sugli anelli cocktail si è avuto negli Anni 50, un periodo ragionevolmente distante dal Proibizionismo e dunque dal significato intrinseco che racchiudeva questo monile. A partire dai primi anni del 1950, gli anelli cocktail diventano l'emblema delle grandi occasioni, da indossare nelle feste importanti.

Se vuoi conoscere i nostri anelli antichi, puoi consultare il nostro catalogo qui sul sito, ma se vuoi parlare direttamente con un esperto, contattaci subito: siamo a tua disposizione! 

Visita la nostra vetrina di preziosi

Vuoi regalare un gioiello d'epoca o un prezioso orologio o un argento? Entra nella nostra vetrina e scopri tutti i nostri meravigliosi gioielli d'epoca e vintage.

Gioielli

Gioielli d'epoca

Entra

Orologi

Orologi VIntage

Entra

Argenti

Orologi Vintage

Entra

"Anelli cocktail, lo stile degli Anni 20 "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Chiedi Info